AirVisual Earth

Si trova on line la prima mappa interattiva che mostra in tempo reale i movimenti dell’aria inquinata dovuti ai movimenti del vento. La mappa denominata AirVisual Earth è stata realizzata da un gruppo di ricercatori, guidati da Yann Boquillod, grazie alle informazioni fornite dai satelliti e da migliaia di stazioni di rilevazione terrestri.

Accedendo al sito è possibile osservare la concentrazione e la distribuzione delle polveri ultrasottili -le cosiddette PM2,5- in ogni parte del mondo mentre, tramite un’apposita APP, si possono fare previsioni fino ad un massimo di tre giorni sulla qualità dell’aria di un dato luogo. Sono inoltre state messe in vendita piccole centraline domestiche che hanno la funzione di analizzare la qualità dell’aria indoor e outdoor, inviando i dati per la definizione sempre più precisa della mappa globale.

La mappa del pianeta mostra i flussi dei venti e, in colori che variano dal verde al rosso, le concentrazioni degli inquinanti. (tdb)

aivisual

 

 

 

 

 

Pubblicato in Ambiente, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Festa dell’Albero 21 novembre 2016. Una poesia…

festa-alberi

Sono un albero …

Sono un albero di un giardino,

su cui ogni giorno si arrampica un bambino.

Sono un albero di Natale,

mi hanno tagliato, trasportato e comprato anche se non ho fatto niente di male.

Son un albero centenario,

ho visto l’Unità d’Italia e il suo 150° anniversario,

grazie al fatto che non sono mai stato tagliato

e di questo sono grato.

Sono una quercia di nome Luna,

su cui ha abitato una ragazza che mi ha portato fortuna,

mi ha protetta e mi ha salvata

e di questo le sono grata. Continua a leggere

Pubblicato in Alberi & Piante, Poesia, Senza categoria | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La Dichiarazione di Marrakech – COP22/2016

cop22

Si è conclusa a Marrakesh la COP22 che ha visto partecipare 193 paesi dei quali 111 hanno già ratificato l’accordo di Parigi (*), ribadendo la necessità di un rinnovato impegno  a prendere misure per contenere l’aumento medio della temperatura globale del pianeta entro i 2° -anche se l’intento è quello di attestarsi su 1,5°-, ponendo nuovi obiettivi per il prossimo incontro. Qualora questi obiettivi non fossero raggiunti, secondo l’allarme lanciato anche dall’UNEP -Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente-, la temperatura sulla Terra aumenterebbe di 2,9°-3,4°, rendendo impossibile la sopravvivenza degli esseri viventi  sul pianeta. Di seguito il testo della Dichiarazione.

“Noi Capi di Stato e di Governo e Delegazioni, riuniti a Marrakech, sul suolo africano, per la Sezione di Alto Livello della 22/a Sessione della Conferenza delle Parti per la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico, la 12/a Sessione della Conferenza delle Parti che funge da Incontro delle Parti per il Protocollo di Kyoto, e la 1/a Sessione della Conferenza delle Parti che funge da Incontro delle Parti per l’Accordo di Parigi, su gentile invito di Sua Maestà il Re del Marocco, Mohamed VI, diffondiamo questa dichiarazione per segnare una svolta verso una nuova era di attuazione e azione sul clima e sullo sviluppo sostenibile. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

I ragazzi hanno il diritto di ricorrere contro il Governo di Washington per la salvaguardia del pianeta. Parola di Ann Aiken

Ann Aiken, giudice americana della Corte federale dell’Oregon ha riconosciuto ad un gruppo di giovani appartenenti ad una Ong ambientalista statunitense, il diritto di far causa al governo degli Stati Uniti e all’industria dei combustibili fossili per non aver attuato, e per non attuare,  politiche contro il riscaldamento globale, mettendo a rischio la vita stessa, il futuro e la libertà delle presenti e future generazioni, violando così i principi costituzionali.

ourchildrentrust

Questo diritto era stato per ben due volte negato ai giovani, talvolta sostenendo che i minori non fossero soggetti atti a far causa allo stato, talaltra negando le responsabilità umane nel fenomeno del global warming, contro ogni evidenza scientifica.

La giudice Ann Aiken ha invece rivoluzionato le sentenze a favore dei ragazzi, di età compresa tra i 9 ed i 20 anni, affermando inoltre che “le Corti federali sono state troppo spesso caute ed eccessivamente deferenti nell’arena delle norme ambientali, ed il mondo per questo ha sofferto”.

“My generation is rewriting history. We’re doing what so many people told us we were incapable of doing: holding our leaders accountable for thier disastrous and Dangerous actions. I and my co-plantiffs are demanding justice for our generation and justice for all future generations. This is going to be the trial of our lifetimes.”

Continua a leggere

Pubblicato in Ambiente | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Landfillharmonic. Un viaggio nello spirito umano

landfill-harmonic-poster_600

Landfillharmonic (Discarica armonica) è il documentario che racconta una bella storia sulla magia della musica e che pone l’accento su almeno tre questioni vitali del nostro tempo: la povertà, l’inquinamento provocato dai rifiuti, il disagio sociale.

Grazie alla brillante idea di due uomini di dare ai ragazzi di Cateura (villaggio in Paraguay sede di una grande discarica) un’opportunità per non perdersi nella disperazione e nella malavita, nasce una orchestra dove gli strumenti sono costruiti grazie ai rifiuti provenienti dalla discarica.

Il film racconta l’emozionante storia della Recycled Orchestra di Cateura. Opera pluripremiata e diretta da Brad Allgood e Graham Townslet, nello scorso settembre ha ricevuto il Green Film Network Award, oscar del cinema ambientale.

Puoi leggere un articolo di approfondimento al seguente link:

https://arpadartis.wordpress.com/2016/11/05/landfillharmonic-la-musica-per-rinascere/

Pubblicato in Cinema | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

SALVA IL SUOLO! PEOPLE4SOIL: I cittadini europei chiedono una legge per la difesa del suolo.

Associazione Paesaggi promuove  PEOLE4SOIL: SALVAIL SUOLO

“Il diritto d’iniziativa dei cittadini europei consente ad un milione di cittadini europei di prendere direttamente parte all’elaborazione delle politiche dell’UE, invitando la Commissione europea a presentare una proposta legislativa.”

co9f-s-uwaajf0q-600x321

I cittadini dell’Europa stanno raccogliendo firme al fine di obbligare la Commissione europea a presentare una proposta di legge a difesa del suolo, bene comune e risorsa non rinnovabile nei tempi della scala umana. In Italia le associazioni ambientaliste, società ed istituzioni scientifiche ed altri enti, stanno cooperando per sostenere l’iniziativa, il cui obiettivo è anche quello di chiedere con forza che le istituzioni europee tornino ad occuparsi con attenzione delle politiche ambientali. Hanno aderito ben 350 organizzazioni in 26 stati membri a dimostrazione del forte interesse che sta muovendo la proposta.

people-4soil

Dalla difesa e dalla protezione del suolo dipende la biodiversità, la cattura della anidride carbonica, la gestione della risorsa idrica, la salute e la bellezza del paesaggio nonché quella dell’uomo e degli esseri viventi che in esso vivono. Nonostante la centralità che fin dall’inizio le istituzioni europee hanno inoltre attribuito alla qualità dell’alimentazione e del paesaggio, non esiste ancora una legislazione comune agli stati membri che freni il consumo di suolo, sanzionando duramente quanti lo degradano e premiando, dall’altra parte, coloro che, attraverso buone pratiche, lo proteggono e lo rigenerano. Continua a leggere

Pubblicato in Alimentazione, Ambiente, Paesaggio, Petizioni | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Là dove c’era un leccio secolare…

 

Abitava a Prato, località “Soccorso”, vicino all’incrocio tra via Zarini e via Ferrara. Un leccio, Quercus Ilex, di circa 120-150 anni, uno dei pochi alberi monumentali rimasti nell’area urbana. L’albero sorgeva in proprietà privata in un piazzale destinato a parcheggio e, nel 2008, era stato schedato tra gli alberi monumentali della provincia di Prato. Soltanto stamani, forse tardivamente (?), mi sono accorta della sua assenza e non posso fare a meno di chiedermi il perché di questo abbattimento visto che la pianta sembrava in buona salute.

quercia-del-soccorso

Cerco on line notizie in merito al taglio del grande albero ma non ne trovo. Torno allora a rileggere la scheda che lo riguardava redatta nel 2008 da Marco Bagnoli. In quella data la pianta presentava un “buon vigore vegetativo” e non mostrava “patologie degne di nota”. Veniva identificata come minaccia “il conflitto dell’apparato radicale con il muretto (della ringhiera)” che avrebbe potuto indurre “i proprietari ad effettuare interventi cesori nei confronti delle radici”. Le misure di conservazione previste così recitavano: “eventuali interventi per limitare i danni al muretto dovranno essere effettuati nell’assoluto rispetto dell’apparato radicale”.

albero-via-zarini

Cosa è successo i questi otto anni che ha reso necessario il taglio della quercia monumentale?

Non resta che sperare che esistano validi motivi a giustificazione di tale abbattimento. Certo è che il quartiere del Soccorso perde un altro degli ultimi pezzi di bellezza rimasti e la foresta urbana è ancora un po’ più povera. (tdb)

dsc_0568

Quello che resta del tronco in un giorno di pioggia…

Continua a leggere

Pubblicato in Alberi & Piante | Contrassegnato , , | Lascia un commento